Amore, Bugie e Calcetto
Ansa

Nella commedia Amore, bugie e calcetto, poi un ruolo drammatico

Testata
Ansa
Data
20 novembre 2007
Firma

Sorrento (Napoli) 20 novembre - Sarà un anno a tutto cinema per Claudio Bisio, uno dei protagonisti di “Amore, Bugie e calcetto”, la commedia “intergenerazionale” di Luca Lucini (“Tre metri sopra al cielo”) che la Warner Bros ha presentato alla Giornate Professionale di Sorrento, sugli schermi il 28 marzo.
“Nel film sarò un 50enne che usa il Viagra per portarsi a letto le ragazze più giovani e si dopa per giocare meglio a calcetto - spiega Bisio - ma nella vita odio i cosiddetti “aiutini”, compreso botulino”. Lui che nel film è protagonista di un nudo quasi integrale aggiunge: “Ho appena compiuto 50 anni e mi fa piacere tenermi in forma con lo sport, sono un tipo naturale”. “Con questa commedia potrei aver trovato finalmente la mia dimensione al cinema - dice - E ora mi sento pronto per cogliere tutte le opportunità importanti che mi si presentano.
Quindi penso che accetterò il mio primo ruolo drammatico offertomi proprio in questi giorni da un regista italiano per un film tratto da una storia vera: dovrei essere un sindacalista, non posso dire di più”.
“D'altra parte - aggiunge Bisio - ho già lavorato con Salvatores in “Mediterraneo”, adoro registi come Tornatore, Bellocchio, Soldini e spero un giorno di poter lavorare in un film bello come “Giorni e nuvole”. Certo non è facile allontanarsi dal proprio stereotipo televisivo, anche per questo io non mi sono mai inflazionato”. Tra due puntate sarà terminata l'ennesima stagione televisiva di successi per Zelig (“É il primo anno che non dico che sarà l'ultimo”) di cui Bisio è mattatore da un decennio. “Anche questa edizione è andata fortissimo, i nuovi comici sono stati indovinati e si è ricreato lo spirito di gruppo degli inizi, anche grazie alla Incontrada - racconta - intanto ho deciso di prendermi una pausa dal teatro, che non ho mai abbandonato ed ho sempre fatto cose serie. Forse per questo l'anno scorso fui criticato per aver partecipato al film di Natale. Intanto ora sono a Sorrento per ritirare “le chiavi d'oro” per il miglior incasso”.
“La verità - ammette - è che io amo sperimentare. E ascolto i consigli del pubblico e della critica: i miei film “Asini” e “La cura del gorilla” non sono stati graditi, ne prendo atto. Ma forse un film come la commedia di Lucini potrebbe essere l'abito giusto per me, come Zelig per la televisione”. La storia gira intorno alle partite di calcetto di alcuni personaggi maschili appartenenti a varie generazioni, e naturalmente alle loro donne: la coppia dei trentenni è interpretata da Filippo Nigro e Claudia Pandolfi, la moglie separata di Bisio è Angela Finocchiaro (“un'attrice straordinaria, siamo una bella coppia”), nel cast anche Giuseppe Battiston.
Ma nel 2008 di Bisio c’è anche la fiction. “Girerò il seguito di “Due imbroglioni e mezzo” la fiction per Mediaset con Sabrina Ferilli e Carlo Buccirosso che ha avuto tanto successo -
anticipa - Le nostre nuove avventure ripartiranno di nuovo proprio dalla costiera sorrentina”.