Benvenuti al Sud
La Gazzetta dello Sport

Bisio re al cinema «Uniamo l'ltalia»

«Benvenuti al Sud» incassa 3,7 milioni nel primo weekend. L'attore: «Forse Bossi ci ha aiutato»

Testata
La Gazzetta dello Sport
Data
5 settembre 2010
Firma
Velluzzi Francesco
Immagini
Immagine dell'articolo su La Gazzetta dello Sport

Il milanese Claudio Bisio (anche se e nato a Novi Ligure nel 1957) e il napoletano Alessandro Siani uniscono l'Italia. E il cinema italiano, troppo spesso bistrattato e sempre in polemica con il governo per gli incentivi fiscali, sorride. Benvenuti al Sud fa il pieno con 3 milioni e 793 mila euro nel weekend del debutto. Soltanto Carlo Verdone con Io Loro e Lara (4,6 milioni), tra gli italiani, ha fatto meglio nell'ultimo anno. Ma il dirigente delle Poste brianzolo (Bisio) deportato in Campania è riuscito a battere il cinepanettone Natale a Beverly Hills (3,4 milioni), e anche Baciami ancora di Muccino (3,2 milioni), più Zalone, Veronesi e Virzi, tutti prodotti nostrani che avevano fatto un bel successo al botteghino.
Italia-Francia II film, prodotto da Riccardo Tozzi e diretto da Luca Miniero, è il remake del francese Giù al Nord, che nel 2008 da noi incassò 3 milioni e 100 mila euro, diventando però la pellicola più vista di sempre al di là delle Alpi (21 milioni di spettatori, oltre 120 milioni di euro incassati). Il prodotto di Miniero è una replica bella e buona, che gioca sui pregiudizi tra il Nord e il Sud e su come si possono superarle.
Grazie Bossi "Un film di unità nazionale, una bella risposta alle recenti frasi di Bossi”, dice Tozzi. "Garantisco che non ci siamo messi d'accordo con Bossi, alla fine forse ci ha aiutato”, aggiunge, raggiante, Claudio Bisio dal set romano di Bar Sport, il film ispirato al romanzo di Stefano Benni. “Spero che i pregiudizi tra Nord e Sud possano cadere e diventare inesistenti come i capelli di Bisio”, scherza Alessandro Siani, che nel film deve riconquistare la donna perduta, la bella attrice umbra Valentina Lodovini, anche lei impegnata in questi giorni sul set di una nuova produzione. “Amo dire che Benvenuti al Sud è una commedia da ridere”, ha detto Bisio confessandosi su La7 domenica sera. E ieri ha aggiunto: “In un paio di punti, però, mi viene l'occhio lucido. Come alla fine, quando c'e una carrellata sulla costa del Cilento dove il film è girato. E li si vede anche un po' del porto di Acciaroli, quello che il sindaco di Pollica ucciso, Angelo Vassallo, stava cercando di difendere dagli abusi. Il film, come avevo già detto, è dedicato a lui”.