Benvenuti al Sud
Gente

Nord e Sud: Io la butto sul ridere

Testata
Gente
Data
4 ottobre 2010
Firma
Sara Recordali
Immagini
Immagine dell'articolo su Gente
Immagine dell'articolo su Gente
Immagine dell'articolo su Gente

“Dedichiamo questo film ad Angelo Vassallo, sindaco di Pollica-Acciaroli, assassinato dalla camorra con 9 colpi di pistola lo scorso settembre” A parlare è Claudio Bisio, il film in questione è Benvenuti al Sud, una commedia tutta da ridere ma, come accade, la realtà supera la fantasia. “Abbiamo girato l'anno scorso a Santa Maria di Castellabate, il paese a fianco di Pollica in Cilento, apparentemente un paradiso: quell'omicidio è stato un fulmine a ciel sereno”. Detto questo, una delle gag più divertenti del film e l 'arrivo di Bisio, dirigente delle poste brianzolo e pieno di pregiudizi, al Sud: si presenta al lavoro indossando un giubbotto antiproiettile.”Concedimi una battuta: se l'avesse avuto Vassallo il giubbotto ... Mi rendo conto che, a posteriori, è agghiacciante”.
Benvenuti al Sud (remake del francese Giù al Nord) è anche un film contro l'ignoranza, in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia, per capire che le differenze sono positive. “Parliamo, per esempio, di cibo. Nel film faccio parte della confraternita del gorgonzola, ma scopro ‘la zinna’, la tetta, una mozzarella di 5 chili, da cui esce il latte. Una meraviglia. Ma quando la porto al Nord tutti si schifano per quella cosa molle e lo stesso fanno al Sud con la muffa del gorgonzola: la buttano dalla finestra”.
Ancora una volta, Bisio è sposato con Angela Finocchiaro. “Ho dovuto baciarla. Che imbarazzo: siamo amici da 30 anni, conosciamo mariti, mogli e figli. È stato più difficile che con la Bellucci. Con Angela siamo ancora insieme, sul set di Bar Sport, ma per fortuna non più come marito e moglie”. E la bella Valentina Lodovini, in Benvenuti al Sud, s’innamora di un altro. “Ahimè non la conquisto perché sono fedele alla mia Finocchiaro. Nel film (sottolineo, nel film) sono molto buono e farò di tutto per aiutare Alessandro Siani. Così quando lui bacerà la Lodovini, io bacerò la mia Finocchiaro. Ma lo dico con gioia, sia chiaro”.
A fine ottobre Bisio si precipita in Toscana per raccogliere le olive e produrre il suo olio:”Il Bisunto. È biologico, ma ho solo 60 piante, giusto per parenti e amici. Ho anche vinto un premio. Prima o poi mi trasferisco in campagna”.
Poi si butterà a capofitto nelle prove di Zelig, che parte a gennaio con la nuova conduttrice Paola Cortellesi. “L’addio di Vanessa Incontrada non mi ha colto di sorpresa. Lo sapevo già e la capisco. Ha fatto Zelig per 7 anni, è una brava attrice e ha voglia di fare più cinema, ma ora ha il suo bambino e dedicarsi a tutto è più complesso. Nonostante quello che si dice, essere uomo è più facile. Io ho mia moglie che si occupa di tante cose. La Cortellesi è perfetta perché non è una sostituta, è qualcosa di diverso. Quando glielo abbiamo proposto si è presa due settimane. Non era una scelta facile. Non era una scelta facile, hai un’esposizione pazzesca e quando sali su quel palco sono cavoli tuoi”. Poi Bisio si fa sentimentale: “Dedicheremo a Vanessa la prima puntata. Mi ricordo ancora quando l’abbiamo scoperta vedendola in Il cuore altrove di Pupi Avati e poi ospite di Marzullo, cui teneva testa con la sua naturalezza. Sicuramente un giorno faremo un film insieme”. Quest’inverno il comico sarà al cinema anche nella doppia commedia Maschi contro Femmine e Femmine contro Maschi, dove farà l’ex di Nancy Brilly. Che opinione ha della guerra dei sessi? “Come diceva Marx, le uniche condizioni insanabili sono quelle economiche: le altre sono risolvibili”. Bisio è infatti felicemente sposato con Sandra Bonzi da 7 anni. “Abbiamo scollinato: superato il 7°anno senza la crisi. Il segreto? Lavorare tanto, vedersi poco. Alla fine, gli anni in cui siamo stati insieme sono la metà”.