Benvenuti al Sud
Il fatto quotidiano

Leghisti, Sud e Pecore Nere

CINEMA da vedere

Testata
Il fatto quotidiano
Data
30 settembre 2010
Firma
AM Pasetti
Immagini
Immagine dell'articolo su Il fatto quotidiano

di Luca Miniero Con Claudio Bisio, Alessandro Siani, Angela Finocchiaro, Valentina Lodovini


"Porca trota". Ma vi giuro che è un omaggio a Tonino Guerra, non un insulto al senatur jr. Tiene a precisare il protagonista Claudio Bisio, anche se sotto sotto se lo gode l'equivoco. Già, perchè Benvenuti al Sud è l'antitesi del film politico, insistono la distribuzione Medusa, la produzione Cattleya, il regista Luca Miniero seguito dal coro cast & crew. Il remake nostrano è al contrario del blockbuster francese Giù al nord e una commedia fantasy, perchè il mondo reale italiano non esiste, né al Nord né al Sud, e neppure in autostrada visto che la poliziotta (sorridente, e quando mai?) lascia passare incontrollato il nostro "polentone" Bisio forzato migrante verso la terronia : “Se va giù ha tutta la mia comprensione: ho un parente in Kosovo". Arrivato nel ridente Castellabate, tirato a lucido che manco Lugano, il dirigente postale trasferito a sud perchè punito per essersi finto disabile, trova l'amicizia (Siani e co), i tramonti sul mare e il modo di mentire ancora, rimanendo il "pirla" che era. Questa volta alla moglie (Finocchiaro), a cui racconta un meridione violento, sporco e invivibile. Il finale, naturalmente, non sorprende. E a salvare troppo buonismo arrivano, per fortuna, le risate. Ma con un cast così, sarebbe stata un'impresa non riuscirci.